How to… Learn the Art of Proxemics

by jcucareerservices

How to… Learn the Art of Proxemics

proxemics1

The term “proxemics” derives from “proximity” and indicates the study of the human space and interpersonal distance. Proxemics investigates the meaning of social behavior in terms of the distance that people place between them and the others, as well as the way people organize and move within a space.

Particularly, this post is dedicated to the art of proxemics in verbal communication, so how to decipher body language during a conversation and act accordingly. Proxemics is not easy to learn, sometimes it depends on the surroundings, the context, the culture of your interlocutor, the importance of the talk or even the relationship you have with the other person. Following we discuss some typical situations that should suggest you that it is better to postpone a conversation.

  • You are in a meeting with people from other countries and you notice that, after someone talked, they stay silent. In this case, you have to be aware that, for some cultures, silence during a meeting must be observed and respected. For some people from Asian cultures, for instance, staying silent after someone talked in a meeting does not mean they having nothing to say, but rather that they are reflecting on what was just said.
  • You are in the corridor of your office and you see your boss or that colleague you really wanted to talk to about your work. If the conversation is important, the best approach is to greed the person and tell her/him to inform you what it is the best time to meet to discuss the matter, without getting too specific. It can be even irritating for a person being interrupted or chased for work reasons while having a break outside the office.
  • You see the person you were looking for talking to other people; in this case, stepping in the conversation is always the worst choice. If the person is busy talking to others, do not interrupt, step between them or get so close that you can hear their conversation. The best that you can do is to wait for a better moment.
  • You propose a new initiative but you do not get an immediate or definitive feedback. This could mean either that the people are not convinced about the proposal, or that they are not ready to make a decision, or that they simply need time to think about it. Sometimes black and white are not the only colors; gray exists, too. Read the body language and postpone, eventually, your initiative to another time when it could be accepted. After all, for some cultures sometimes it is normal not saying yes or no openly, so it is necessary to read between the lines and interpret.

These are only a few examples in which proxemics can be of great help in managing interpersonal relations, especially in a professional environment. What do you think? Do you think you can handle the art of proxemics?

Come… imparare l’arte della prossemica

prossemica2.jpg

Il termine “prossemica” deriva dalla parola “prossimità” ed indica lo studio dello spazio umano e della distanza interpersonale. La prossemica indaga il significato nel comportamento sociale umano della distanza che le persone interpongono tra se stesse e gli altri, ed il modo in cui le persone organizzano lo spazio e si muovono all’interno di esso.

Questo post è dedicato, in particolare, alla prossemica nella comunicazione verbale, quindi a come decifrare il linguaggio del corpo durante una conversazione ed agire di conseguenza. In ogni caso, la prossemica non è facile da apprendere, dipende dall’ambiente circonstante, dalla situazione, dalla cultura delle persone, dall’importanza della conversazione e dalla relazione con la persona con la quale bisogna parlare. In basso discutiamo solo alcuni esempi di situazioni tipiche che ci dovrebbero suggerire che è meglio rimandare una conversazione.

  • Siete ad un meeting con persone di altri paesi e notate che dopo un intervento queste rimangono in silenzio. In tal caso, bisogna tenere in conto che, per alcune culture, il silenzio durante un incontro è un momento da rispettare. Per alcune popolazioni asiatiche, ad esempio, restare in silenzio dopo aver parlato in un meeting non significa non avere nulla da dire, piuttosto semplicemente riflettere su quanto si è detto.
  • Siete nel corridoio del vostro ufficio e vedete quel collega o il capo a cui volevate tanto parlare del vostro lavoro. Se la conversazione è importante, la cosa migliore da fare è salutare e dirgli di farvi sapere in che momento potete passare in ufficio per discutere dell’argomento, senza entrare nello specifico. Puo’ risultare perfino irritante per una persona che è in qualsiasi altro posto fuori dal suo ufficio per fare una pausa essere interrotti o “inseguiti” per lavoro mentre si prendono un attimo di riposo, per pensare o per altro.
  • Vedete la persona che stavate cercando mentre parla con altre persone; in questo caso intromettervi nella conversazione è sempre la scelta peggiore. Se la persona è impegnata in un altro discorso, non interrompetela, non vi mettete in mezzo e non avvicinatevi così tanto da poter ascoltare la conversazione. La miglior cosa da fare è rimandare ad un momento più opportuno.
  • Proponete una nuova iniziativa ma non ricevete una risposta immediata o definitiva. Ciò può voler dire che le persone o non sono ancora convinte di quanto discusso, o che non sono pronte per una decisione, o che hanno semplicemente bisogno di rifletterci. Alle volte non esistono solo i sì e i no, ma anche le vie di mezzo. Leggete il linguaggio del corpo e rimandate, eventualmente, l’iniziativa ad un altro momento in cui potrebbe essere accettata. Tra l’altro, per alcune culture è spesso normale non dire mai si e no apertamente, occorre saper leggere tra le righe ed interpretare

Questi sono solo alcuni casi in cui la prossemica vi può correre in soccorso nella gestione delle relazioni interpersonali, soprattutto in ambito professionale. E voi, cosa ne pensate? Sapete padroneggiare l’arte della prossemica?

Center for Career Services & ​Continuing Education
​John Cabot University 

cropped-jcu_high_res.jpg

Advertisements