How to …Resign Properly

by jcucareerservices

How to …Resign Properly

how to resign 1

Everyone’s dream is to find the perfect job at the first shot. However, this does not generally happen in real life. Very often, you will need to have some experience first, in order to understand what your real vocation is. After your first time in a company, you might change your mind about the job and decide you prefer to gain some experience in another field or work environment. On the other hand, you might be satisfied with what you do but receive a better job offer from another company.  There is also the less pleasant possibility that you work in a negative environment and this might cause difficult relations with your colleagues and your boss.

For all these reasons, you might take the decision to resign from your current job position. No matter why you resign, you should always try to keep a good relationship with the company, your boss, and your colleagues. For this reason, we are listing below four short suggestions to help you handle this situation in a professional way:

  • Give notice: when you decide to resign, you are supposed to give notice to your boss and to your supervisor in order to give them the time to look for a replacement. Be aware that the period of notice can be different depending on the role and the seniority you have in the company and must always respect the laws of the country you work in;
  • Do not let your negative feelings overwhelm you: if you are resigning because of negative experiences with your colleagues or with your boss, try not to let your feelings come out. Be professional and keep good relations with both boss and peers. You will never know what is going to happen in your future career; you might come in contact again with your boss or your colleagues, so you want to leave them in a peaceful way;
  • Propose to train the new comer: proposing to teach your job to the new comer who will take your place will show your boss you professionality and reliability. Your aim should be to make this process as smooth as possible and to facilitate the integration of the new employee. Be aware that, even if you have notified the company about your resignation, you are supposed to go to work and to accomplish all your tasks, as long as your working period has not finished (unless differently requested by the company). Before your last day, leave all the information you took care of at your colleagues’ disposal and make sure to introduce your replacement to the clients you used to deal with ;
  • Resignation letter and meeting: some companies might require a resignation letter and a meeting with your supervisor or with the HR department before you leave, for their records. Also in these occasions, be always very careful, professional, and emotionally controlled. Try to stay positive, even if your experience was not perfect, and highlight what your advisor taught you. If you have some critique or suggestion that could improve the company, you can say it, but try to do it always in an objective and professional way.

Come…rassegnare le dimissioni

how to resign 2

Tutti sognano di trovare il lavoro perfetto al primo colpo. Purtroppo però generalmente ciò non accade nella vita reale. Molto spesso si ha bisogno di fare esperienza prima di capire quale sia veramente la propria vocazione. Dopo i primi tempi in un’azienda, potreste cambiare idea riguardo al lavoro e decidere che preferite sperimentare in un altro ambito o in un altro ambiente lavorativo. Al contrario, potreste essere soddisfatti del vostro impiego ma ricevere un a migliore offerta lavorativa. C’è anche la possibilità meno piacevole che troviate un ambiente di lavoro negativo, il che potrebbe causare relazioni difficili con colleghi e superiori.

Tutte queste situazioni possono portare alla vostra decisione di dimettervi dal vostro attuale lavoro. Indipendentemente dal motivo che vi ha portato a tale decisione, dovreste sempre cercare di mantenere un buon rapporto con l’azienda, il vostro capo ed i vostri colleghi. Per questa ragione, vi riportiamo di sotto quattro brevi suggerimenti per aiutarvi a gestire questa situazione in modo professionale:

  • Date preavviso: quando decidete di dimettervi dal vostro stage o lavoro, dovete dare un preavviso al vostro capo e al vostro supervisor così che possano avere il tempo di trovare chi vi rimpiazzi. Sappiate che le tempistiche di preavviso possono variare a seconda del vostro ruolo e della vostra seniority all’interno dell’azienda e devono sempre rispettare le leggi del paese in cui lavorate;
  • Non lasciate che i sentimenti negativi vi sopraffacciano: se vi state dimettendo a causa di esperienze negative con i vostri colleghi o col vostro superiore, cercate di non lasciar emergere i vostri sentimenti. Siate professionali e mantenete buoni rapporti. Non potete sapere quello che accadrà nella vostra carriera futura; potreste riavere contatti con il vostro capo o con i vostri colleghi, quindi è meglio lasciarsi in maniera pacifica;
  • Proponetevi per istruire il nuovo arrivato: proporvi per insegnare il vostro lavoro al nuovo arrivato che prenderà il vostro posto dimostrerà al vostro capo che siete professionali ed affidabili. Il vostro fine dovrebbe essere rendere questo processo il più fluido possibile e facilitare l’inserimento del nuovo impiegato. Siate consapevoli che, anche se avete avvisato delle vostre dimissioni, dovrete continuare ad andare a lavoro e a portare a termine tutti i vostri compiti fino a quando il vostro periodo di lavoro non si sarà concluso (tranne che in caso di richiesta diversa da parte dell’azienda). Prima del vostro ultimo giorno, lasciate tutte le informazioni di cui vi siete occupati a disposizione dei vostri colleghi ed assicuratevi di presentare il vostro sostituto ai clienti di cui vi occupavate di solito;
  • Lettera di dimissioni e meeting: alcune aziende potrebbero richiedere una lettera di dimissioni e un meeting con il vostro supervisore o con il dipartimento di HR, per i loro record. Anche in queste occasioni, siate sempre prudenti, professionali ed emotivamente controllati. Cercate di rimanere positivi, anche se la vostra esperienza non è stata perfetta, e sottolineate quello che il vostro supervisore vi ha insegnato. Se avete qualche critica o suggerimento che potrebbe migliorare l’azienda, potete dirlo, ma cercate di farlo sempre in modo oggettivo e professionale.

Center for Career ServicesContinuing Education
John Cabot University 

jcu_high_res

Advertisements